Django e la storia di Nuages

Django fu uno dei più grandi chitarristi della storia del jazz. Una leggenda zingara, come viene definito da M. Dregni.

Voglio introdurvi un brano molto celebre e famoso, molto suonato anche in america, forse il brano che ha dato la svolta positiva a Django, il successo che realmente si meritava.

Django registrò per la prima volta questo brano il 1° ottobre 1940, a Parigi, nella sua prima seduta dopo l’invasione tedesca. Solo il 13 dicembre dello stesso anno riuscì però a registrarla e a farla pubblicare,  poichè in guerra c’era una gran mancanza di materie prime per costruire vinili. La formazione era del tutto particolare, ma efficace. Il brano ispirava una melodia di pace, serenità ed amore. Questo risuonò in tutta la Francia, le persone lo fischiettavano per strada per dimenticarsi del periodo buio che stavano attraversando. La melodia era laconica, triste e cupa, ma allo stesso tempo capace di evocare una sognante nostalgia per le cose com’erano una volta. Se ne vendettero più di 100.000 copie, era più di una canzone di successo, era un vero e proprio inno. Così in un sol tratto, Django si trovò ricco, proprio nel momento in cui tutti erano poveri. Scherzi del destino, forse…

This entry was posted in Blog and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>