Come prevenire gli errori e migliorare il controllo sulla tastiera

Molte volte quando si esegue un solo o una frase musicale, possiamo incontrare un piccolo problema che va ad inficiare la nostra performance.

Il brano procede bene, ha la giusta velocità e suona molto bene, ma inevitabilmente arriviamo ad un punto dove “perdiamo” per strada delle note. Senza timore tiriamo fino alla fine, il 70% delle note sono state suonate….ma il resto?

Le abbiamo perse per strada, suonandole a metà, creando dei buzz o semplicemente non suonandole.

Questo è quello che voglio dire: guarda questo video di Tommy Emmanuel “Classic Gas”

Emmanuel suona tutte le note. Escono tutte pulite e ben definite. Non sto dicendo che Emmanuel deve esser il tuo metro di paragone, Emmanuel è uno dei migliori chitarristi al mondo e difficilmente potremo mai raggiungere i suoi livelli di tecnica.

Possiamo però applicare dei semplici esercizi anche alle nostre canzoni. Dobbiamo imparare qualcosa dai musicisti come Emmanuel, come studiamo e come il nostro approccio ha bisogno di un cambiamento. Emmanuel ha il pieno controllo delle note che suona, questo vuol dire che dietro c’è stato uno studio e un allenamento costante per controllare ed eliminare il suddetto problema.

La nostra tipica risposta all’errore

Quando sbagliamo una nota quello che facciamo di solito è andare avanti con il brano. Durante una performance davanti ad un pubblico è la cosa giusta da fare, MAI fermarmi o mostrare incertezza. Di controparte, invece, quanto stiamo studiando è una cosa da eliminare totalmente! Se continuiamo, il problema persisterà sempre e la nostra performance non potrà mai migliorare. Ma c’è una semplice soluzione a tutto:

Quando stai studiando e non suoni una nota, FERMATI!

Affronta subito il problema senza timore. Di seguito vi darò alcuni consigli, divisi per step, su come evitare questa problematica. Questo ci permetterà di avere maggiore controllo sulla tastiera e ridurrà il problema delle note perse, suonate male o sbagliate durante la tua performance. Questi step possono essere utili anche per una serie di accordi che non funziona a dovere, o un brano in fingerstyle che presenta problemi.

Step 1: Identifica l’area

Il nostro problema è che alcune frasi non stanno suonando in modo uniforme, è molto importante prender del tempo per analizzare quale parte della frase non sta suonando in modo corretto.

Come mostrato nel seguente esempio, ho notato che alcune note della seguente frase non suonano bene:

Le note colorate di rosso sono l’area nella quale incontro problemi. Addirittura la nota al 10° tasto (Fa) viene spesso saltata e non suonata.

A questo punto mi fermo e focalizzo il problema.

Step 2: Isolare il pattern

Cosa capita in questo punto?

Quando lo rallento e lo suono realizzo che devo eseguire un hammer on dal 9° tasto al 10° ed un pull off dal 10° al 9° tasto.

Isolando il problema nasce la seguente frase:

Ora devo sistemare bene le dita che andranno a suonare le note, al 7° tasto uso l’indice, al 9° tasto l’anulare mentre al 10° tasto il mignolo.

Noto che la mia difficoltà sta nel prendere il 10° tasto con il mignolo, quindi mi devo allenare per semplificare il movimento.

Step 3: Allenare il movimento

La tab dello step 2 mi fornisce una sorta di template che posso focalizzare ed allenare.

Innanzitutto, alleniamo il pattern più volte su corde differenti e nei vari punti della tastiera, trasportando la frase ma rispettando la ditteggiatura.

Quello che devo fare è prender ogni pattern da me creato e ripeterlo finchè non sento che tutte le note suonano nel modo corretto, senza buzz o problemi. Questa fase ci porterà via molto tempo, inevitabilmente, ma è soltanto con la costante pratica che potremo migliorare il nostro playing e arrivare a suonare come Emmanuel.

Di seguito alcuni esempi:

Non dobbiamo farci prender dallo sconforto, dobbiamo armarci invece di pazienza e autocontrollo. Ricordate di focalizzare il problema e continuate ad allenarvi finchè il problema non viene risolto! Buono studio!!!

 

 

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>